Cerca
Appuntamenti
Non ci sono eventi al momento.
Login



Iscriviti a newsletter
Home Page | Gruppo missionario | Notizie ed avvenimenti

gruppo missionario eventi

Incontro con don Marco 2012

 

 

 
PARROCCHIA S.S. PIETRO E PAOLO DI VILLA VERGANO 
 
 
 
Lunedì 28 maggio alle ore 21.00
Presso il salone del Centro Comunitario Parrocchiale
 
Don Marco Bassani
prete Fidei Donum della Diocesi di Milano in Brasile
incontra la nostra comunità
 
Siamo tutti caldamente invitati a partecipare sarà l’occasione per conoscere la sua nuova esperienza missionaria nella comunità di Alto Brasil
 
Parteciperà all’incontro una coppia di coniugi brasiliani presenti in Italia per partecipare a Milano al Family 2012 incontro mondiale delle famiglie 

Ultimo aggiornamento (Giovedì 06 Settembre 2012 19:01)

 

2° incontro formativo missionario

 SENZA COMPLESSI D’INFERIORITA’

 Quando uno psicologo ha davanti a sé un paziente che soffre di senso di inadeguatezza con tutto quel che gli casca addosso non può far altro che rinforzarlo facendogli sperimentare i valori e le qualità che non gli mancano.
E’ il medesimo lavoro di un parroco quando la propria comunità va restringendosi "entro i limiti angusti della comunità di cui facciamo parte".
"Vedere il cristianesimo sotto questa luce non è vederlo nelle sue vere prospettive. Il cristianesimo è cattolico per definizione, vale a dire che per definizione abbraccia il mondo: ed una spiritualità cristiana che non sia radicalmente orientata all’edificazione del Corpo Mistico totale non è una spiritualità cattolica. …. è necessario che il nostro cattolicesimo abbracci il mondo e che, sia nella nostra preghiera come nell’orientamento delle nostre curiosità, rispetto a questo argomento abbiamo per limiti i confini del mondo. Se ci comportiamo così, il cristianesimo sarà veramente quell’atmosfera respirabile, quell’aria aperta che deve essere".
Una volta si diceva che i cristiani dovevano uscire dalle sacrestie; credo che oggi chi non è cristiano, se è coerentemente cosciente, di fronte ad una reale testimonianza di una comunità cristiana cattolica, deve sentirsi in una situazione di limite derivante dalla appartenenza ad una realtà pure buona e valida, ma decisamente angusta e limitata rispetto alla preghiera che sale a Dio da una comunità cristiana cosciente e aderente alla volontà di salvezza per tutti i popoli della terra.

Ultimo aggiornamento (Giovedì 17 Giugno 2010 10:19)

 

1° incontro formativo missionario

 

PER VEDERE PIU’ LONTANO

Lungo i secoli si è ripetuto che quel poco che ci è dato di conoscere con maggior abbondanza non è altro che il frutto del lavoro di chi ci ha preceduto.
Ogni generazione assomiglia ad un piccolo fanciullo che dolcemente si lascia porre sulle spalle del gigante delle generazioni precedenti; l’esperienza altrui ci permette con più sicurezza di vedere più lontano.
Un piccolo libro del 1954 di Jean Danielou vuole rispondere "al bisogno di una spiritualità missionaria, cioè alle preghiere del Cristo per i popoli ancora chiusi al Vangelo".
Il libretto è intitolato appunto: "Il mistero della salvezza delle nazioni" e ci spinge "ad assumere nelle nostre preghiere quei popoli (non cristiani) in modo che esista già, ma nascosto, quel mistero della lode perpetua che sarà manifestato alla fine dei tempi".
Inoltre questa piccola opera ci insegna "a vivere la vita missionaria interiore, come un mistero nascosto che si compie" secondo una volontà divina che a noi sfugge nella sua compiuta totalità. Però ci è dato di parteciparvi attivamente grazie alla chiamata alla fede nel santo battesimo.
La nostra preghiera: "sia fatta la tua volontà" e la nostra umile adesione di testimonianza alla vocazione ricevuta ci avvicinano al compimento di questa volontà divina.
La lode eucaristica di una comunità parrocchiale è all’interno di questa grandiosa realtà che va a compiersi.

Ultimo aggiornamento (Giovedì 17 Giugno 2010 10:21)